Mont Blanc Aiguille de Blaitiere
torna

La Aiguille du Blaitiere (m 3522), guardando dalla valle, si mostra a sinistra del Peigne, oltre la seminascosta Aiguille du Plan. Dalla stazione del Plan il sentiero volge a sinistra passando sotto la morena del Lac Bleu e mantiene la quota passando sul fronte del Glacier de Blaitiere. La traccia risale la morena e si sposta a sinistra a quota 2500 sulla lingua di ghiacciaio che sale alla base del Piler Rouge. Ci si porta sulla sella che torna sul versante ovest sopra il Glacier de Blaitiere. Questo tratto nell’estate 2007 è stato raggiunto dai detriti di un crollo sul lato nord del Pilier. La traccia raggiunge in breve la base del Piler Rouge e, successivamente, di tutte le altre vie della parete ovest.
Il Piler Rouge ha vie di sei, sette lunghezze, che possono essere attaccate anche tardi, contando sul sole che tocca la parete a mezzogiorno e sull’ultima funivia delle sei. Ma anche a metà mattina si scala bene in giornate non troppo fredde.
Aiguille du Blaitiere (m 3522), from Chamonix view, is at the left of Peigne and partly hidden Plan Aig. From Plan des Aiguilles the track crosses left under Lac Bleau and the Blaitiere moraine to a small snow field (2500 m osl) under the Pilier Rouge north side. Climb the snow and turn right on the west face.

Le vie di Michel Piola di questa parete si rifanno a personaggi, variamente modificati. Echec et Marx sale a destra di L’Eau Rance d’Arabie. Majorette Tatcher è iù a destra, oltre la linea dello spigolo, parte con una fessura non banale per proseguire con linee di incastro fisico prevalentemente di mano. Les Deux Goals. Corre una linea parallela a Majorette, sulla destra. Parte con una fessura superficiale e appoggiata che poi punta a un diedro fessurato difficile. The routes on Pilier Rouge. Echec et Marx. It starts near the left corner at the right of the classic L’Eau Rance d’Arabie. Majorette Tatcher. It starts near the next corner with a complete jam crack line (hand, superbe!). Rappel on the route. Les Deux Goals. The right side of Majorette.

 

pilier rouge de blaitiere, echec et marx

Appena oltre il Piler Rouge, un poco nascosto, c’è il Pilastro Grigio, ultimo contrafforte alla vera parete ovest. Dopo il canale attacca
Destroy. Il primo e il sesto tiro sono difficili.
The Grey Pilier rises up after the Pilier Rouge, walking the long base ledge of Blaitiere west side. Destroy starts at the right of the loose-rocks couloir.

Per accedere alle vie della parete vera e propria si continua per le cenge, spesso innevate a inizio stagione. I segni del grande crollo identificano la discriminante della parete. A sinistra, la prima ad incontrarsi, è Fidel Fiasco. Una delle più belle scalate di questo versante del massiccio, un granito nella prima parte grigio e liscio, poi classicamente rosso. Further scramble on the ledges (snow in the first summer) leads to the real Blaitiere west face, Fidel Fiasco is one of the best climbs of the Chamonix side of Mont Blanc: grey granit.

Brown Willans. La super classica del versante di Chamonix delle Aiguilles. Una grande prestazione per i tempi, col leggendario superamento della fessura Brown, grigia, di mano. Sale a destra del crollo, ormai è uso scendere in doppia dalle cenge Fontaine, evitando la cima. Un tempo si saliva direttamente dal Glacier de Blaitiere, ora si arriva dalla cengia come gli altri itinerari della parete. Discesa in doppia lungo la via. Brown Willans. The super classic route. A great historical climb with its fissure Brown. The route is at the right side of the brocken slide. Rappel on the route from Fontaine ledges (do not reach the summit).